Rischia di diventare cieca a 7 anni, lo sport italiano scende in campo per la piccola Vicky

Di Ernesto Branca - 22 Marzo 2021

La piccola Vicky rischia di diventare cieca a causa di una malattia degenerativa, la madre ha chiamato a raccolta gli sportivi italiani per aiutare la ricerca

Lo sport italiano scende in campo per la piccola Vicky, una bimba di 7 anni costretta a lottare contro una malattia genetica rarissima, che potrebbe renderla cieca nel giro di poco tempo.

Per evitare questo terribile epilogo, la madre Silvia Cerolini ha chiesto aiuto ai più importanti sportivi italiani e non, coinvolgendoli in un’iniziativa che ha il fine di raccogliere fondi per aiutare la ricerca contro questa bruttissima malattia degenerativa. All’appello di mamma Silviahanno risposto Paolo Maldini, Carolina Kostner e tanti altri personaggi del mondo dello sport, mettendo a disposizione alcuni cimeli che andranno all’asta durante Eyes on the future virtual gala“. Si tratta di un evento online in programma giovedì alle 21, durante il quale verranno messi in palio 86 premi a cui potranno ambire tutti coloro che parteciperanno all’asta benefica.

I premi

La mamma della piccola Vicky, affetta da una malattia chiamata amaurosi congenita di Leber che colpisce due bambini ogni 100mila, è riuscita a raccogliere ben 86 premi da mettere all’asta, grazie all’aiuto di alcuni sportivi italiani. Coloro che prenderanno parte all’evento, potranno:

  • avere la possibilità di immergersi con il campione di apnea Mike Maric nella Y-40, ossia la piscina d’acqua dolce termale più profonda del mondo;
  • fare nove buche di golf con il coach Alberto Binaghi;
  • passare una giornata con il campione di sci nautico paralimpico Daniele Cassioli;
  • vincere la maglietta della Juve con l’autografo di Cristiano Ronaldo;
  • vincere la maglia ufficiale della Juventus autografata da Buffon
  • vincere la divisa di Ibrahimovic con la sua firma;
  • portare a casa un paio di pattini da ghiaccio nuovi della Kostner;

Contatti

Un lavoro duro ma proficuo quello di mamma Silvia che, per la sua piccola Vicky, è riuscita a trovare i contatti di tutti questi sportivi e convincerli a partecipare alla sua iniziativa benefica. Tutto è partito con una lettera scritta a Cassioli, cieco dalla nascita, seguita poi dal messaggio inviato a Mike Maric: “lo conosco dall’infanzia ma ci eravamo persi di vista. L’ho rivisto sul profilo Instagram di Filippo Magnini, che aveva sostenuto la mia precedente raccolta fondi per finanziare la ricerca e gli ho scritto“. L’asta è già consultabile sul sito www.eyesonthefuture-milano.com e servirà a sostenere una ricerca già avviata da tre anni, nel corso dei quali sono stati raccolti 650mila euro, di cui 400mila investiti per trovare una cura a questa malattia. “La cura non c’è ancora – ha concluso la madre di Vickyma la ricerca sta facendo passi da gigante“.

Skip to content